Quello che c’è da sapere sulle aziende di pulizie, e che loro non ti dicono!!!!

Molte aziende di pulizie si vantano di avere una qualità superiore ai loro competitor, che poi da cosa viene definita la qualità? Perchè hai un sistema di gestione aziendale? In Italia si chiama “Iso9001”.

Forse è quello??

Negli appuntamenti si vantano e sventolano ai 4 venti che i loro collaboratori  verranno in azienda da te con il “Cartellino di Riconoscimento” ( e ci manca pure che non lo metti) entri a casa mia e non so manco come ti chiami??

E’ quella me la chiami qualità ??

Ma questa è quella che preferisco per la maggiore:

  • I NOSTRI DIPENDENTI sono FORMATI,
  • ESEGUIAMO ANNUALMENTE CORSI ecc ecc…

Ma pensi che questo sia un vanto…

Le PULIZIE servono per tutelare i tuoi clienti, contro le Allergie e possibili Malattie.

Se hai un impresa  che svolge un determinato servizio, tutti devono essere formati e ci mancherebbe altro.. Ma forse ti sei perso un passaggio nella costituzione aziendale, come vengono formati gli addetti,sono le stesse cose che si fanno da 60 anni, da quando e nata la prima impresa di pulizie.. Non e che i tuoi li hai formati sulla “LUNA” oppure su “MARTE”.

SimpsonsNuclearReactorClintonIllino“I TUOI NON DEVONO COSTRUIRE UNA CENTRALE NUCLEARE”

Purtroppo le aziende di pulizie sono IL CLONE DEL CLONE DEL CLONE

Ovvero sono tutte quante uguali, nessuno pensa veramente al bisogno del cliente oppure a risolvere l’unico problema che dovrebbe essere prioritario per loro da comprendere.. Ovvero:

TROVARE UN BENEFICIO AL TUO PROBLEMA COME CLIENTE…

Tutti si elogiano sui propri siti internet con la frase i nostri clienti,dove apri quella pagina e trovi la scritta: “ECCO CHI CI HA PREFERITO AD ALTRI”…  Ma poi se scendi un pò in profondità di quei 40/50 nomi solo 10 sono veri…In quanto tanti clienti purtroppo hanno chiuso, oppure non vengono più serviti da anni…

Vedete dove sbagliate?

Oh intendiamoci queste cose le ho fatte anche io, ma poi a furia di prendere schiaffoni mi sono orientato ad offrire al cliente un unico servizio.. ”

beneficioRisolvere un PROBLEMA e creare un BENEFICIO”…

Possibile che sia così difficile da capire??
La dobbiamo finire con il concetto che le aziednde di pulizie non sono importanti per il business, ma questa e colpa nostra.. Come facciamo a farci apprezzare se in giro ci sono di quei ciarlatani che continuano a lavorare così e che neanche immaginano, anzi neanche si pongono la domanda su come possono aiutare a creare un beneficio per te..

Loro non sanno minimamente come debba essere svolto un servizio.. Ci sono Imprese di pulizie che vanno a comprare i detergenti al supermercato… AL SUPERMERCATO… Ma scherzi mica.. E come se vedessi un primario di un ospedale che compra un disinfettante per i bisturi alla COOP/SIMPLI/DISCOUNT/ECC ECC…

Queste persone devono finirla, non si può continuare a lavorare in questa maniera e grazie a loro che le aziende italiane sono ridotte così.. Si improvvisano tutori di servizi, ma che poi quei servizi neanche li sanno fare…

Tirano giù i prezzi del mercato, e certi imprenditori ci cascano pure, ma cavoli stiamo parlando della tua SALUTE.. capisci, SA-LU-TE…

SI devi sapere che nei tuoi uffici ci sono un covo di batteri e di polveri che neanche immagini, prova a vedere sopra il quadro che ce li appeso.. Passa il dito sopra e vedrai quanta polvere c’è..

La Polvere come i batteri sono le prime cause di allergie, e possono creare anche malattie gravi.. Non mi credi, chiedi al tuo medico…

Detto questo, io inizierei a fare un pò di distinzioni tra le aziende serie e quelle improvvisate, ma sopratutto inizierei a preoccuparmi e prendermi più cura della mia salute..

Alla Prossima my friend.
Se ti è piaciuto quest’articolo lascia un tuo commento qui sotto e sentiti libero di condividerne i contenuti con chi preferisci. Tanto e tutto gratis.

Se invece vuoi sapere come lavoriamo Noi, contattami per una consulenza gratuita, a info[chiocciola]zerobatteri.com, ma prima di farlo leggi qui 

 

No Responses

  1. Pingback: Pulizie come possono salvcarci dalle allergie febbraio 10, 2016

Lascia un Commento