DIPENDENTI, Anche tu hai questi problemi di salute in azienda!! Scappa FIDATI di me.

Dipendenti  malati?

Ieri, ero a pranzo con un mio amico imprenditore, giuro non è un mio cliente anche perché lui vive in Italia, mi raccontava di quanto fosse stanco di scontrarsi giornalmente con i suoi dipendenti…

Ci mancherebbe fare azienda non è semplice, poi in Italia ancora meno, ma addirittura essere stanco di lavorare mi sembra esagerato… Gianni te lo dico se mi leggi, sei esagerato…

Parliamo delle solite cose,  famiglia, lavoro, anche perché sarà più di un anno e mezzo che non incontravo Gianni. Gli amici quelli veri, anche se non li vedi da tanto ci sono sempre.

Mi raccontava che i figli stanno crescendo e si scontra come tutti i genitori con le loro fasi di crescita, il grande di 7 anni come il mio, gioca a calcio e sembra essere anche bravino per lo più…

Continuiamo a parlare, quando inizia a lamentarsi di come sta andando il lavoro, le porte blindate vanno benissimo, figurati in Italia di questi tempi vanno a ruba, “purtroppo aggiungo io”, ma i dipendenti potessi li licenzierei tutti quanti..

Devi sapere che Gianni possiede  un azienda storica di famiglia fondata nel 1972,  “Costruiscono porte blindate” creata da suo papà tanti anni fa.

Gli chiedo come mai allora si lamenta così tanto, cosa è successo..

Guarda ogni giorno una battaglia perché ne hanno sempre una, la segretaria è incinta (ci mancherebbe altro) è giusto, però prendi una sostituta e prima che prenda il ritmo devi starle dietro un bel po’,. Ma quelli che mi fanno arrabbiare sono quelli dei reparti, commerciale e amministrazione…

Ti racconto questa per farti capire a che livello siamo, mi dice tutto arrabbiato…

Venerdì 2 collaboratori, si sono messi in malattia nella stessa giornata, hanno inviato via mail il certificato medico di entrambi.. Giuro, che se non avessi fatto questi investimenti così importanti, chiuderei la ditta e vivrei da signore, altro che farmi venire mal di testa per colpa dei dipendenti… Piccola premessa Lui potrebbe farlo, è ricco abbastanza per permettersi una vita di rendita).

Continua su tutte le furie, questi due sicuramente hanno fatto baldoria giovedì sera, e poi adesso si vogliono fare il weekend lungo, mi ci gioco quello che vuoi… Vabbè dai può succedere Gianni non pensare sempre male…

Finito il pranzo, mentre lo saluto chiedendogli di non far passare ancora un anno e mezzo prima che pranziamo nuovamente insieme, mi dice

Dai vieni, che ti faccio vedere l’investimento di cui parlavamo…

Mentre andavamo verso la sua azienda, ripensavo alle sue parole e mi ritenevo molto fortunato con i miei dipendenti, ligi e leali, sarò più fortunato sicuramente.. Arriviamo e mentre mi offre un altro caffè, iniziano ad arrivare i suoi dipendenti per cominciare il turno pomeridiano…

Qualcuno mentre passa mi saluta con un sorriso Durbans, sicuramente penserà che io possa essere un nuovo cliente o peggio, il nuovo responsabile.. 

Gianni tutto orgoglioso mi mostra il capannone, i macchinari appena acquistati, le loro linee di assemblaggio, e mi dice vieni che ti mostro i nostri nuovi progetti che stiamo avviando all’estero. Entriamo nel reparto commerciale, solite cose buongiorno, buongiorno, e ci dirigiamo verso il suo ufficio..

Tutti i progetti destinati all’estero, se funzionano abbiamo un altro sulla lista FORBES ve lo anticipo, ad un certo punto la nostra chiacchierata si interrompe da una telefonata.  Attendo che finisca, e dopo 3 minuti si presenta una avvenente ragazza, molto bella devo dire, saluta si scusa per il disturbo, e gli mostra dei fogli con dei lavori svolti..

gonnaBene discutono del più e del meno, ma la cosa che mi salta subito all’occhio, (No, non è la sua gonna, giuro). Te lo ripeto non è la gonna giurin giuretto, si dai lo ammetto, lo notata…

Scherzi a parte, la cosa che ho notato dopo quella della gonna, era che la ragazza aveva occhi rossi stile dracula, e in 10 minuti si è soffiata il naso minimo 30 volte…

Allora quando va via chiedo a Gianni, mamma mia la bellezza non si discute, ( e se mi sente mia moglie mi ammazza), ma a due occhi è un raffreddore che meglio starci lontani..

Guarda non lo so in effetti cosa abbia, e una decina di giorni che è così, pensa che i due ragazzi sono nello stesso ufficio, infatti penso di spostarli perché fanno sempre i casca morti con lei…

Spetta un attimo Gianni, mi stai dicendo che anche i ragazzi che sono in malattia sono come lei? No no, loro non erano messi così male, ma e tutta la settimana che pensandoci bene non è che rendono al meglio..

In effetti adesso che mi ci fai pensare non sono stati troppo bene.. Forse la malattia è vera, e sono stato io troppo avventato nella conclusione magari.

Mi si è accende una lampadina..

Immagino che tu in azienda abbia una impresa di pulizie, non ti ci vedo a pulire personalmente fighetto come sei.. Certo che c’è lo, anzi vengono tutte le mattine a pulire.. Bravi vero.. Dammi un tuo parere..

“In effetti devo essere sincero, sia il capannone che gli uffici erano ben puliti”.

Gianni mi viene un dubbio, ti crea problemi se faccio un test con dei tamponi sulle scrivanie.. Un test, e da quando sei dottore.. Ma va, che dottore, sono dei test per vedere la carica batterica sulle scrivanie, ma cavolo lo leggi il mio blog oppure no…

E lui, “No”..

“Ricordi quando ti ho detto dell’amicizia, bene mi rimangio tutto”..

Comunque dopo quella risposta scendo lo stesso in macchina e prendo i tamponi per verificare la carica batterica,

Questo è il risulato.

1

2

 

 

 

 

 

 

 

Come puoi notare, il tampone a sinistra e di color viola scuro, e se leggi sulla scala valori nella seconda foto, significa che abbiamo una zona molto sporca e piena di batteri.. Adesso lo ripeto la loro azienda non è assolutamente sporca,

“Ma non confondiamo la Pulizia con la Sanificazione Ambientale”sono 2 cose completamente differenti,  

basta che guardi le foto per capire a cosa mi riferisco..

Spiego a Gianni che la maggior parte delle aziende di pulizie lavorano il più velocemente possibile e poi via, correre dal prossimo cliente. Tanto il senso estetico è appagato (l’ufficio “sembra” pulito), ma in realtà l’addetto non ha pulito zone a rischio come i bordi delle porte, il sopra dei mobili, mouse, tastiere e soprattutto le maniglie.

Non sanificano.

Se leggi anche questo articolo , scoprirai immediatamente a cosa mi riferisco, ovvero che,

 un ufficio non sanificato e un vero e proprio formicaio di germi dannosi per i tuoi dipendenti, ci sono tanti tipi di ricerche che lo riportano, ma la cosa più allarmante è che queste pulizie generiche faranno male alle tue tasche..

Prova a pensare,  gli sono arrivati 2 certificati di malattia venerdì, lui doveva finire un lavoro urgente e non la potuto consegnare, l’altra impiegata è un covo di germi che passa a tutti gli uffici, e agli altri impiegati, praticamente continuando così ti ritroverai con una forza lavoro che,

  1. Non ti rende
  2. E’ febbricitante
  3. E’ distratta
  4. Non esegue i lavoro perché sta male.

Ciliegina sulla torta come se non bastasse già,  li paghi per stare nel letto al calduccio..

Capiamoci, l’influenza può venire a tutti, non dico che non succederà mai, anzi, ma sicuramente con un sistema di sanificazione ambientale i rischi sono decisamente più bassi.

Senza contare poi del risparmio economico che ne avrai a fine anno..

Quello è sicuramente molto più Tangibile dei batteri, “fidati”, lo vedi immediatamente anche a occhio nudo e senza tampone che te lo dimostri…

Sai il perché??

Perché riporta sul tuo estratto conto degli O in più o in meno, è questa la differenza.

E comunque adesso che siamo alla fine posso dirtelo, te lo confesso, Gianni dopo il tampone test è diventato un mio cliente.

Alla Prossima my friend.
Se ti è piaciuto quest’articolo lascia un tuo commento qui sotto e sentiti libero di condividerne i contenuti con chi preferisci. Tanto e tutto gratis.

Se invece vuoi sapere come lavoriamo Noi, contattami per una consulenza gratuita, a info[chiocciola]zerobatteri.com, ma prima di farlo leggi qui 

Lascia un Commento