Non hai la barba per paura dei batteri?Consolati i batteri li hai sulla scrivania!

Sta suscitando notevole interesse dei media in questi giorni la barba da Hipster, come viene chiamata comunemente questa nuova moda maschile.. Ne parlano ormai tutti quanti del pericolo nascosto all’interno di esso..

Tutti i media, dedicano intere pagine, e spazi televisivi a notizie su possibili batteri fecali trovati all’interno di essa, è la moda del momento parlare di questo, come se avessero scoperto l’acqua calda aggiungerei io… Tutti a pronunciarsi di quanto sia poco igienico, portare la barba così lunga, sulle possibile teorie di infezioni a cui si va incontro..

A scanso di equivoci io avessi una bella barba, me la farei crescere così anche io, ma ahimè non sono stato così fortunato ..

Ma torniamo alle notizie del giorno, su qualsiasi testata giornalistica tu voglia leggere da Focus, Today, Ansa, per citarne solamente alcune delle migliaia che stanno riportando questa notizia, avvertono tutti gli uomini come la Barba lunga possa essere un vero e proprio covo di batteri Fecali.. Già la parola dice tutto…

Ti riporto solo un piccolo estratto da Focus sull’argomento:

Nella barba ci sono gli stessi batteri del wc?

Secondo un gruppo di scienziati nella barba si annidano numerosi germi, compresi quelli che troviamo normalmente nel nostro bagno.

Vi avevamo già messo in guardia sull’argomento: il sedile del water non è il posto più sporco di casa. Smartphone e telecomandi, ad esempio, possono essere decisamente peggio. Ora nella lista degli oggetti e delle superfici acchiappa-batteri possiamo aggiungere anche uno dei maggiori feticci maschili degli ultimi anni, ovvero la barba. Secondo un team di ricercatori americani con base ad Albuquerque, infatti, la peluria facciale dà ospitalità a una mole di microrganismi da fare invidia alla toilette.

Allora se leggi questo articolo di Focus, scoprirai come mettono in luce tutte le pericolosità sull’avere una barba folta e le strane teorie, di come lavarla giornalmente usando un detergente intimo per tenerla pulita ..

Adesso ok, possiamo anche scherzare, ma lo vedi uno che si lava la barba con il detergente intimo Chilly. Dai, non scherziamo… Io sinceramente non c’è lo vedo proprio..

220px-Wiliam_P._Gottlieb,_Portrait_of_Harry_Gibson,_New_York,_ca._July_1948_(LOC_gottlieb.11851)La nascita degli Hipster ( da dove prende il nome la barba)  risale ai primi anni ’40 in America, una tendenza sviluppatasi dal desiderio dei ragazzi caucasici di far loro lo stile di vita e il linguaggio dei jazzisti afro-americani.

L’artista Harry Gibson (al piano) coniò il termine hipster negli anni Quaranta. La barba hipster è una delle caratteristiche che più è “emersa” riuscendo a spopolare nel mondo e a diventare una vera e propria tendenza.

Il fenomeno Hipster si è così evoluto negli ultimi anni fino a diventare mainstream (ma occhio a definirla una semplice moda) ed è caratterizzato da diversi tratti distintivi che insieme scopriremo, tuttavia noi, amanti della barba, non potevamo non dare particolare risalto a quest’ultima .

 

Negli anni 40 essere hipster significava anche rifiutare i valori della società non lavorando, non seguendo uno stile di vita “normale”, insomma vivere in modo alternativo nell’accezione più profonda del termine, e adesso i professoroni dicono di lavarla con il detergente intimo.. Si son sicuro che lo faranno tutti…

Ma tutto questo cosa centra con te??

Te lo spiego subito…

Contrariamente a loro, tu non sei per nulla cosciente dei pericoli che circondano  il tuo ufficio, sopra la tua scrivania, sulla tua tastiera e quando rispondi al telefono.. A differenza della barba Hipster, tu NON conosci i danni che i batteri che ti circondano possano causarti..

Come ti dicevo prima, da studi effettuati, è emerso come la barba Hipster, nascondesse all’interno batteri fecali, bene adesso ti riporto qualche notizia anche io su come la tua scrivania sia più sporca di un bagno pubblico di Roma.. Prova a leggere qui  della pericolosità dei batteri in ufficio, oppure anche la testata giornalistica del Corriere oppure lo stesso Focus..

Che poi basta pensare quante persone al mondo vanno in bagno anche a casa loro con il proprio cellulare.. Fa schifo lo so.. Ma sono sicuro che fino ad adesso non ci avevi pensato.. Vero…

Passato l’attimo di schifo reciproco, devi sapere che l’interno del tuo ufficio non basta solamente pulire, le aziende di pulizie ormai sono tutto per tutti.. A  loro interessa solamente finire il prima possibile le pulizie dentro il tuo ufficio per scappare dal prossimo cliente.. E’ così fidati..

downloadAll’aspetto visivo l’ufficio risulterà pulito, ti danno il contentino, poi aggiungono il loro marchio spruzzandoti un po’ di profumo, almeno anche a livello olfattivo sei super soddisfatto, ma invece a livello di igiene sei messo malissimo fidati.

Pensi che sono esagerato?

Prova a fare una prova con un tampone antibatterico, quelli che ti danno il risultato in 5 minuti, e vedrai se quello che ti dico non è vero.. Con la miriadi di batteri e germi presenti negli ultimi anni, dove anche tanti antibiotici fanno fatica a debellarli, siamo giornalmente in pericolo di possibili minacce..

Vedrai che si coloreranno tutti di viola come questo…

1

2

E non pensare che i germi e batteri non ci siano?

Li hai intorno ovunque, sopra e sotto le scarpe, sulla giacca, sulla sciarpa, insomma dappertutto, ma questa cose nessuno te lo dice, perché il mercato dei medicinali e sempre in forte crescita…

La tua impresa di pulizie queste cose non chiedergliele neanche, non le sanno… Fidati…Se gli fai questa domanda, la loro unica risposta sarà questa: la farò contattare da mio responsabile..

Adesso hai due possibilità sapendo questo, continuare a farti prendere in giro dalla tua attuale impresa di pulizie, oppure affidarti a degli specialisti in pulizie ambientali…

La scelta e solamente TUA!!!

Alla Prossima my friend.

Se ti è piaciuto quest’articolo lascia un tuo commento qui sotto e sentiti libero di condividerne i contenuti con chi preferisci. Tanto e tutto gratis.

Se invece vuoi sapere come lavoriamo Noi, contattami per una consulenza gratuita, a info[chiocciola]zerobatteri.com, ma prima di farlo leggi qui 

Lascia un Commento