Imprese di Pulizie La falsa verità del servizio!

Schild 66 - InteresseIn questi giorni vedo molte persone che interagiscono con i nostri articoli pubblicati sui vari problemi che possono esserci negli ambienti di lavoro.

Inizialmente le persone ci guardavano con sospetto, pensavano che facessimo solamente una campagna pubblicitaria magari più intelligente di altre, poi appena hanno iniziato a vedere i commenti di alcune persone del settore, quali medici oppure infermieri è scattato qualcosa che neanche io potevo prevedere.

Sto notando, e devo dirti con immenso piacere anche, che la gente inizia veramente ad informarsi di più, vuoi per curiosità, vuoi perché vogliano capire meglio di cosa sto parlando, ma di fatto mi arrivano decine di mail al giorno con richieste sulle pubblicazioni del dott. Gerba e dei suoi studi.

Rispondo ad ogni mail, inviando tutte le ricerche in mio possesso alla gente che me lo richiede. Sono contento che nel mio piccolo ho smosso un pochino le acque da tutti quei semplici servizi di pulizie che venivano effettuate prima, e sono contento che la gente inizi a capire la diversità tra pulizie normali e pulizie ambientali contro Germi e Batteri.

La gente non immaginava neanche che esistessero questi problemi,  adesso che ne sono a conoscenza, addirittura mi chiedono delle soluzioni alternative come possono essere più tutelati. Capiamoci, come detto più e più volte nessuno deve vivere in una teca di cristallo, ma piccole attenzioni possono sicuramente fare la differenza.

Ho scritto un articolo anche su come le banche possono insegnarci l’igiene se non lo hai letto lo trovi qui,  loro stanno facendo un ottimo lavoro per la salute dei loro dipendenti e tu?

Devi sapere che l’ufficio è il miglior posto in cui..ammalarsi!

Prova a pensare.. quante ore trascorri sul posto di lavoro.

Scommetto parecchie, sicuramente sono molte più ore di quelle che dedichi ai tuo divertimenti, come andare

  • in palestra,
  • in piscina,
  • in auto,
  • al parco,

e magari anche più di quelle che trascorri a casa con la tua famiglia!

E allora, ti pare poi così strano che quando un dipendente si ammala, spesso e volentieri ti ammali pure tu?

Sappi però che è così.

Basta che un tuo dipendente si ammali, e tutto il tuo ufficio, TE INCLUSO, finirà con l’avere bisogno di qualche giorno di malattia.

Eh già..

Si ammala uno, si ammalano tutti! Come i bambini quando sono piccoli e vanno all’asilo.

Sì, certo, lo so cosa stai pensando: “Bah, tutte balle. I bambini toccano tutto, si mettono le mani sporche in bocca, si scambiano giocattoli e posate, se ne fregano se il bimbo con cui stanno giocando tossisce come un tisico.

Tutto vero quello che dici!

Girl washing her hands with soap in a bathroom sink

 

Non sto dicendo che tu sia così pazzo da farti “sputacchiare” in faccia da una persona con un brutto raffreddore, o bere dal suo stesso bicchiere, oppure usare il bagno senza lavarti le mani, anche se le statistiche dimostrano che 3 persone su 5 quando esce dal bagno non si lava mai le mani.

Quello che sto dicendo perché purtroppo nessuno ne parla mai, e che nella tua scrivania o postazione di lavoro ci sono oltre 100 volte più batteri che sulla tavoletta del gabinetto?

Sì, hai letto bene, OLTRE 100 VOLTE! In altre parole.. è più igienico passare un dito su tutto il bordo della tavoletta del gabinetto che battere un’email al computer!

Vuoi che te la metta in modo ancora diverso? Ok, preparati a schifarti.

Quando mangi un panino mentre lavori alla scrivania, è come se lo mangiassi dopo aver passato 100 (e più) volte le mani sulla tavoletta del gabinetto, senza lavarle!

Disgustoso, eh? Lo vedi che alla fine anche noi adulti non siamo tanto diverse da bambini che si mettono le mani in bocca dopo aver giocato con la terra?

E vuoi sapere una cosa ancora più disgustosa? Sui telefoni e sulle tastiere, oltre il 30% dei batteri hanno origine… fecale! Si, hai capito bene.

Lo so che TU ti lavi le mani dopo esser andato in bagno, ma magari quel luridone del tuo collega non lo fa!  Fatto sta che quando mangi alla scrivania, non solo ti stai mettendo in bocca dei batteri “qualunque”, ma batteri fecali.

E questo non lo dico io, lo dice la scienza

Il Dr. Charles P. Gerba, professore presso il Dipartimento di Microbiologia e Immunologia dell’Università dell’Arizona a Tucson, ci spiega nei suoi articoli e podcast tutti i pericoli nascosti dei nostri uffici.

Come dici? Ah, a scuola non ti piaceva studiare l’inglese e ora, anche se lo vorresti, non hai proprio il tempo per impararlo..e  allora, come fai a capire che cosa ci dice lo stimato Dr. Gerba?

Non ti preoccupare, ho pensato a te, e ho fatto tradurre un bel po’ di materiale. Ti interessa darci un’occhiata? Allora continua a visitare il nostro blog ci sono informazioni che possono farti capire meglio.

Ma torniamo a noi.

A questo punto dovresti aver capito che la tua azienda è esattamente come una scuola materna, con l’unica differenza che i lavoratori i germi non li prendono dai giocattoli, ma dai loro strumenti di lavoro!

Adesso magari puoi chiederti come mai ci siano così tanti batteri sulle scrivanie, sui mouse, sulle tastiere, ecc?

Te lo dico io.

word allergy writing on paper

Dimmi quante volte hai visto l’impresa di pulizie pulire le tastiere, i telefoni, ecc.

Eh, ma quello è lo spazio personale del dipendente, ci deve pensare lui”.

Già, certo, perché tutti i dipendenti hanno l’accesso a potenti prodotti industriali specifici per questo tipo di pulizia, e soprattutto non vedono l’ora di spendere i loro soldi per comprarli e il loro tempo per usarli. Già, già.

Quanti tuoi dipendenti vedi con salviettine antibatteriche sulla loro scrivania? Nessuna..

Sappi che la maggior parte delle imprese di pulizie pulisce per modo di dire. Sì, dà una ramazzata a terra, un passata alla veloce con lo straccio oppure su qualche superficie (nemmeno tutte), magari anche due spruzzate di deodorante in bagno, e tanti saluti.

Così l’ufficio sembra pulito, ma non lo è. Certo, magari sulle superfici a vista non c’è polvere.

Ma facciamo un gioco.

Guarda sotto il mobile. No, non è il caso che lo sposti, chinati solo un po’, e guarda appena oltre il bordo, dove una ramazzata frettolosa non arriva.

È polvere quella che vedi? A me sembra di sì!

Ora guarda da vicino la tua tastiera, il tuo telefono, ecc. Cosa vedi? Altra sporcizia, giusto? Bene (anzi no, MALE), e quello è solo ciò che vedi.

Ma li in mezzo c’è anche roba che non riesci a vedere ma che è ben più pericolosa: I GERMI E BATTERI, che non aspettano altro che far ammalare un tuo dipendente (e poi, a catena, tutti gli altri)!

Non mi credi? Se vuoi te lo dimostro subito mentre stai ancora leggendo questo articolo, devi sapere che eseiste un metodo per scoprire se nel tuo ufficio si annidno Germi e Batteri pericolosi che possono far ammalare Te e la tua forza lavoro.

C’è solo una cosa che devi fare:

un test con tampone antibatterico che ti dirà se il tuo ufficio o gli uffici dove lavorano i tuoi dipendenti sono infestati di schifezze che portano malattie.

Il tampone assomiglia a una penna che tu passi sulle tastiere di computer, sugli interruttori, sulle maniglie, e in pochi secondi ti dice se il tuo ufficio è veramente pulito o no.

Se diventa Viola, hai la certezza che stai respirando schifezze e presto un tuo dipendente si ammalerà.

Per richiedere il tampone non esitare. È GRATUITO “e non implica nessun impegno da parte tua”.

Mandami tranquillamente una mail a info@zerobatteri.com, oppure chiama il numero  0041 912 90 5555 , dove ti risponderà un messaggio vocale registrato che ti spiegherà come richiedere il nostro tampone “GRATUITO”.

Si hai capito bene, “GRATUITO”, messaggio vocale registrato.

Dall’altra parte della cornetta non troverai nessun venditore che voglia venderti qualcosa oppure prendere un appuntamento, tranquillo.

Richiedi il tampone, noi te lo inviamo GRATUITAMENTE e lo puoi provare comodamente nel tuo ufficio.

Non perdere né tempo, né soldi, chiedi subito il tampone OMAGGIO, perché

ZeroBatteri, Uffici Sterili, Zero Allergie, Dipendenti Felici,

vuol dire solo una cosa: meno malattie, meno assenze, più produttività.

Alla Prossima my friend.

Se ti è piaciuto quest’articolo lascia un tuo commento qui sotto e sentiti libero di condividerne i contenuti con chi preferisci. Tanto è tutto gratis.

Se invece vuoi sapere come lavoriamo Noi, contattami per una consulenza gratuita, a info[chiocciola]zerobatteri.com, ma prima di farlo leggi qui 

 

 

 

Lascia un Commento