Bugie o assoluta Verità? Ecco tutte le cause che ci porteranno ad ammalarci tra pochi anni.

047

Se ne parla ormai sempre più spesso, se non si correrà ai ripari tra qualche decennio si potrà morire non per causa dell’Ebola, per colpa di Zika oppure per l’aviaria. Ma la causa principale saranno i batteri che causano le infezioni più comuni.

Ci ritroveremo in un mondo dove non sarà più possibile eseguire trapianti, curare i tumori, le leucemie e nemmeno eseguire interventi chirurgici, tutto questo a causa degli antibiotici che non fanno più nessun effetto.

Mi dispiace dirtelo, qui non stiamo parlando del terzo mondo, oppure di qualche paese del medioevo . Questo sarà lo scenario che potrebbe attenderci tra poco meno di trent’anni.

Come già riportato nell’altro articolo, se te lo sei perso corri a darci una lettura, l’Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che nel 2050 le infezioni batteriche saranno la principale causa di morte, provocando circa 10 milioni di decessi l’anno, superando ampiamente quelli per tumore (8 milioni).

Un fenomeno che, in termini di vite umane e risorse economiche, è molto più grave del riscaldamento globale secondo i governi delle nazioni del G7.

Tutto questo è causato dal fenomeno della resistenza antimicrobica:i batteri sono sempre più immuni ai farmaci a cui erano precedentemente sensibili.

Ecco cosa afferma il dott. Vittorio Sironi, professore di Storia della Medicina e della Sanità all’università di Milano:

“Stiamo piombando in un’era post-antibiotica, dove invece di debellare definitivamente le infezioni torneremo ad ammalarci per quelle che oggi riusciamo a curare”. Fonte presa dall’articolo di Angelo Piemontese pubblicato su Panorama.

Tutti i farmaci odierni sono diventati inutili per contrastare i Germi e Batteri che ci attaccano, se non interveniamo tempestivamente ci ritroveremo come tanti anni fa pre-antibiotica, quando eravamo impotenti di fronte a questi patogeni infettanti.

In Europa ogni anno si verificano più di 4 milioni infezioni da germi che causano oltre 37.000 decessi perché gli antibiotici somministrati non fanno più effetto. Addirittura negli Stati Uniti sono più 2 milioni i soggetti colpiti da un’infezione resistente agli antibiotici con circa 50.000 morti.

L’Italia invece è maglia nera nell’Europa, con una resistenza agli antibiotici tra le più elevate del continente.

Nel nostro Paese ogni anno, dal 7% al 10% dei pazienti ricoverati in ospedale va incontro a un’infezione batterica multiresistente con migliaia di decessi. Non è di tanto tempo fa, la dichiarazione espressa dal Ministro della Sanità Italiana che affermava che tra qualche anno si morirà più per un raffreddore che per un tumore.

L’abuso, e il cattivo uso, degli antibiotici sia nell’uomo sia negli animali è la principale causa della resistenza ai farmaci.

Qui nessuno dice che bisogna vivere in una teca di cristallo, ma avendo abusato per anni di antibiotici adesso non hanno più nessun effetto.

Stop ai farmaci pericolosi

Per troppi anni abbiamo abusato di questi medicinali, addirittura anche con poche linee di febbre, oppure per le classiche influenze stagionali, quest’ultime causate dai Virus però e non dai Batteri.

Anna Teresa Palamara, Presidente della Società Italiana di Microbiologia ribadisce: “l’invito rivolto a tutti è quello di promuovere un uso ‘cosciente’ degli antibiotici in tutte le attività in cui vengono impiegati, umane o animali”. Fonte Angelo Piemontese, giornalista Panorama.

Per evitare la diffusione in ambito ospedaliero “è necessario che gli operatori sanitari adottino precauzioni anche banali come lavarsi spesso le mani e cambiare camice tutti i giorni”.

Ma questo non deve essere fatto solo dal personale sanitario. Come ho già ribadito più e più volte, le nostre mani sono un autostrada contaminata di Gemi e Batteri, e purtroppo ancora oggi 3 persone su 5, quando esce dal bagno non si lava le mani.

Anche le nostre postazioni di lavoro devono essere ben pulite, sopra di esse ci sono milioni e milioni di batteri che possono farci ammalare anche in maniera grave. E prima capirai questa cosa, prima sarai al sicuro. Prima la farai comprendere alla tua attuale impresa di pulizie e meglio sarà per la tua salute e quella dei tuoi dipendenti.

Vanno pulite tutti quegli oggetti di uso comune, come la Tastiera, il Mouse, il Telefono, che usi molto frequentemente. Sappi che ogni essere umano durante la giornata a sua insaputa si tocca il viso per ben 18 volte, e ti dirò di più questi posti le aziende di pulizie non eseguono mai trattamenti antibatterici.

Si esatto 18 volte,questo vuol dire che quando passi le mani sporche e piene di Batteri sul tuo viso, loro trovano campo libero alla possibile contaminazione del tuo corpo.

Quindi, ti consiglio vivamente di prendere la situazione nelle tue mani e di obbligare, (brutta parola, ma se non lo fai non ti ascolteranno) gli addetti delle pulizie a disinfettare la tua tastiera ed il tuo mouse.

E se loro non lo faranno perché non sono preparati, e la maggior parte delle aziende di pulizie non sa come si fa (te lo posso giurare), usa delle salviette disinfettanti piuttosto dopo aver toccato il computer.

Stop Bacteria red sign with sun background

La parola chiave qui è “disinfettare,” Non sanificare”. Cerca dei prodotti che l’etichetta riporta questa dicitura “elimina il 99,9 per cento di germi e batteri” Questa è un’indicazione che ti farà ottenere il beneficio che cerchi.

Le attuali imprese di pulizie odierne, amano infestare il tuo ufficio con detergenti profumati, ma sappi che con quei detergenti a parte soddisfare il tuo olfatto non stanno pulendo nulla, è la tua salute sarà sempre a rischio in questa maniera.

Elizabeth Scott, PhD, co-direttore del Centro per l’igiene e la salute negli ambienti di lavoro e comunitario a Simmons College di Boston, ha trovato varie superfici con dei batteri di tipo stafilococco, una delle più comuni cause di gravi infezioni della pelle.

Li ha scovati nel 26 per cento delle scrivanie che ha testato, rispetto ad appena il 6 per cento dei bidoni della spazzatura presenti.

Hai capito? Le scrivanie sono più sporche dei bidoni della spazzatura!

Qui si capisce veramente come un servizio di pulizie non professionale oppure non adeguato, possa mettere a rischio la tua salute, quella dei tuoi collaboratori e possa crearti gravi malattie dento i tuoi ambienti di lavoro.

Le ricerche mostrano come le donne passano più tempo alle loro scrivanie rispetto agli uomini. La loro natura laboriosa, tuttavia, viene premiata con quantità di batteri su di essa. “Le donne tendono a rimanere sulle proprie  scrivanie più a lungo rispetto a noi uomini, e tendono a mantenere molte più cose sul tavolo, “troppe”.

 Il pranzo,  lo snack, una scorta di cioccolato, riviste, fotografie dei bambini, fiori, piante, candele, tutte  cose ragionevoli che si trovano comunemente sulle scrivanie delle donne, ma può finire per essere un parco giochi per i germi.

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università dell’Arizona ha scoperto che ci sono più di 25.127 germi per cm quadrato sul ricevitore del telefono in ufficio.

Ora, pensa a ciò che fai quando parli al telefono, ti strofini il naso, i tuoi occhi.

Giusto?

Le persone tendono a fare questi movimenti ripetitivi senza pensarci mentre si parla al telefono.

Intendiamoci io non voglio creare nessun allarmismo, ti porto solo a conoscenza di ricerche effettuate e di studi mirati a scoprire la quantità di germi e batteri presenti nei nostri uffici, chissà se le altre imprese di pulizie sono al corrente oppure ti hanno informato di tutti quei pericoli nascosti presenti dentro il tuo ufficio.

Questo perché come te sono un imprenditore, e voglio che i miei dipendenti siano sempre performanti al 100%, ma se il tuo ufficio è un covo di batteri, rischi che loro si ammalino, non eseguono il lavoro che devono svolgere e possono essere un contagio per tutti gli altri colleghi.

In Ticino si parla troppo poco di queste malattie. Nel resto del mondo ci sono ricercatori di tutte le università che svolgono giornalmente questi esami, e le testate giornalistiche le seguono con grande attenzione.

Non mi credi? Ti basta digitare germi e batteri in ufficio su qualsiasi motore di ricerca tu voglia, e scoprirai quante persone studiano queste malattie

Adesso che sai quali problemi potresti avere in ufficio, hai solo 2 alternative, fidarti di quello che ti ho detto io, oppure credere alla tua attuale impresa di pulizie, che farà di tutto per dirti che sono esagerato, che queste cose non sono vere, che faccio così solo per rubare clienti e che sono pazzo. Si, vedrai che ti diranno anche quello.

Ma prova a chiedere a loro quali sono le zone più a rischio dentro il tuo ufficio, e quali zone devono eseguire un servizio di pulizie mirato per contrastare questi problemi. Scommetti che non sapranno darti risposta. on mi credi prova.

Purtroppo troppe volte le aziende di pulizie, sono concentrate solamente a svolgere il lavoro il più velocemente possibile, per poi scappare dal prossimo cliente. E per risparmiare sui costi, usano lo stesso materiale per più clienti, portando nel tuo ufficio magari Germi, Batteri di altre persone sconosciute.

Sei sicuro di voler questo?

Io posso darti una soluzione tangibile, che potrà affermare quello che dico? Loro possono fare lo stesso?

TEST 2

Vuoi sapere qual’è? Ti accontento subito, questa!

Se vuoi scoprire, se nel tuo ufficio si annidano Germi e Batteri, che possano mettere a rischio la tua salute e quella dei tuoi collaboratori, c’è solo una cosa che devi fare: un test con tampone antibatterico che ti dirà se il tuo ufficio e gli uffici dove lavorano i tuoi dipendenti sono infestati di schifezze che portano malattie.

Il tampone assomiglia a una penna che tu passi sulle tastiere di computer, sugli interruttori, sulle maniglie, e in pochi secondi ti dice se il tuo ufficio è veramente pulito o no.

Se diventa Viola, hai la certezza che stai respirando schifezze e presto un tuo dipendente si ammalerà.

Per richiedere il tampone non esitare. È GRATUITO e non implica nessun impegno da parte tua.

Mandami tranquillamente una mail a info@zerobatteri.com, oppure chiama il numero  0041 912 90 5555 , dove ti risponderà un messaggio vocale registrato che ti spiegherà come richiedere il nostro tampone “GRATUITO”.

Si hai capito bene, “GRATUITO”, messaggio vocale registrato.

Dall’altra parte della cornetta non troverai nessun venditore che voglia venderti qualcosa oppure prendere un appuntamento, tranquillo.

Richiedi il tampone, noi te lo inviamo GRATUITAMENTE e lo puoi provare comodamente nel tuo ufficio.

Non perdere né tempo, né soldi, chiedi subito il tampone OMAGGIO, perché

ZeroBatteri, Uffici Sterili, Zero Allergie, Dipendenti Felici,

vuol dire solo una cosa:

meno malattie, meno assenze, più produttività.

Alla Prossima my friend.

Se ti è piaciuto quest’articolo lascia un tuo commento qui sotto e sentiti libero di condividerne i contenuti con chi preferisci. Tanto è tutto gratis.

Se invece vuoi sapere come lavoriamo Noi, contattami per una consulenza gratuita, a info[chiocciola]zerobatteri.com, ma prima di farlo leggi qui 

Lascia un Commento