Impresa di Pulizie, la professione per eccellenza, ormai decaduta!

schermata-2016-11-28-alle-11-48-45

Ogni volta che mi reco ad un nuovo appuntamento di lavoro, dopo le prime frasi di rito su chi sono cosa faccio, la domanda che il cliente mi rivolge sempre più spesso è questa:

Ma perché dovrei scegliere proprio la Zerobatteri invece che un’altra impresa di Pulizie?

Alla fine parliamo di Pulizie, una vale l’altra con sfaccettature diverse magari, ma il lavoro è sempre quello.

Sono certo che sono domande che ti sei fatto anche tu, magari quando hai dovuto scegliere la tua attuale impresa di pulizie.

Anzi magari non te ne sei neanche occupato tu personalmente, perché giustamente avrai altre cose più importanti da fare, problemi da risolvere, colloqui di lavoro per la ricerca di nuovi dipendenti, ecc. ecc.

Avrai una persona apposita nel commerciale che si farà fare dei preventivi ed in base al prezzo prende quello intermedio per non sbagliare.

Sono un mago?  No. Di solito e te lo dico per esperienza, fanno sempre tutti così.

Non si prende quello più alto perchè troppo caro, non si prende quello più basso perchè non ci si fida, allora si opta per affidarsi a quello intermedio, così pensiamo che possa andar bene, d’altronde come detto deve fare solamente delle classiche pulizie aziendali, mica deve costruire una centrale termica nucleare.

Ricorda quello che ti ho detto adesso, ma andiamo avanti, torneremo su questo più in la.

Quando ho rilevato l’azienda di mio papà avevo poco più di 20 anni, e se da una parte me la cavavo a svolgere tutte le tipologie di pulizie, sicuramente non avevo l’esperienza per rispondere a questa domanda perchè scegliere noi.

Ho fatto anche io tutti gli errori classici con la scelta dei dipendenti. Il problema che hai tu, lo vissuto come te in primis sulla mia pelle.

Il costo più grande che le aziende devono affrontare ogni anno, è proprio la manodopera dei dipendenti.

Dall’altro lato della medaglia bisogna anche dire che senza di loro la nostra macchina aziendale non potrebbe andare avanti, loro sono le braccia per far muovere la macchina, e tu sei il motore pulsante per farla funzionare bene, per cui complimenti ad entrambi.

Come ti dicevo anche io come te, ho sperimentato sulla mia pelle, tutte le vicissitudini di essere un imprenditore e di avere dei dipendenti, inizialmente pochi per poi crescere durante tutti questi anni.

schermata-2016-11-28-alle-11-44-51

Sarà stato così anche per te quando hai iniziato.

Non posso conoscere la tua storia, ma se anche tu come me hai rilevato l’azienda di famiglia, oppure ne hai creato una nuova, avevi sempre in mente un unico obbiettivo, ovvero quello di realizzare il TUO SOGNO IMPRENDITORIALE.

Avrai avuto tutte le difficoltà del caso, se hai rilevato quella di famiglia magari eri già inserito all’interno dell’azienda, ti sei ritrovato a dover prendere decisioni importanti, tante volte sbagliando e comunque hai dovuto affrontare delle difficoltà prima di poter trovare la strada giusta.

Se invece hai creato un azienda nuova, le difficoltà affrontate saranno maggiori rispetto ad uno che rileva quella famigliare.

Lo so perché negli anni anche io ho costituito delle aziende parallele alla mia, per cui so benissimo i sacrifici che hai dovuto affrontare.

I Sacrifici di cui parlo potrebbero essere le banche, che senza uno storico e proprio perché eri un azienda appena nata non ti facevano dei fidi, oppure non ti riconoscevano gli anticipi Ri.Ba o dei Bonifici, e se anche avessi trovato qualche banca disposta a darti una mano lo faceva con dei tassi e commissioni altissime.

Essendo agli inizi avevi difficoltà ad accedere a dei finanziamenti, per cui avevi il problema di supportare i pagamenti dei tuoi clienti migliori a 90/120gg se non addirittura 6 mesi.

Ti sei dovuto ipotecare casa, terreni, capannoni, veicoli, per onorare tutte le spese  causate dalla contrazione economica che ci ha colpito in questo ultimo decennio.

Prima della contrazione economica, quando riuscivi a strappare un cliente alla concorrenza che valeva un importo di 4/5000 al mese eri contentissimo, invece poi, con la crisi quando prendevi un cliente di quel calibro ti facevi il segno della croce perché speravi che ti pagasse ad ogni scadenza, in maniera da non restare indietro con i pagamenti dei fornitori e dei tuoi dipendenti.

Tu magari come me pagavi tutte le spese prima di prenderti il tuo stipendio, sempre se riuscivi a prenderlo. Io per anni, non mi vergogno ad ammetterlo, non sono riuscito proprio a farlo, perché non potevo permettertelo. Purtroppo ho capito a mio discapito nel tempo che quello non è il SOGNO IMPRENDITORIALE che avevo sempre immaginato fin da quando ero ragazzino.

Quello non è fare azienda, oppure essere imprenditore. Se ci pensi in effetti non è proprio nulla.

Ho sempre onorato i miei impegni, in ritardo, pagando degli interessi, insomma ho sempre perso soldi.

schermata-2016-11-03-alle-13-13-18

Mi sono ritrovato a combattere con i sindacati, ho combattuto contro dei mariti arrabbiati per dei licenziamenti, ed ho combattuto con persone che si mettevano sempre in malattia o non si presentavano al lavoro.

Magari anche tu, hai vissuto queste spiacevoli esperienze.. e sai benissimo a cosa mi riferisco..

Il problema più grosso delle aziende non è trovare la manodopera, quella a causa della contrazione economica purtroppo, non manca, il problema più grosso è trovare le persone che vedano il tuo sogno imprenditoriale e lo sposino in pieno.

Come riuscire fare le scelte migliori?

Vedi, il problema è che le risposte sono davvero infinite.

Ogni dipendente a una storia a se.

✔ C’è quello bravo ma si ferma ad eseguire solamente i lavori che gli hai commissionato, non vede più in la.

✔ Poi abbiamo quello che esegue perfettamente e senza nessun problema tutto quello che gli dici, potrebbe essere il fiore all’occhiello di qualsiasi azienda, ma anche lui più di li non va, perché ha paura di assumersi delle responsabilità importanti.

✔ Poi abbiamo il dipendente che ci fa arrabbiare giornalmente, colui che ama i sindacati, colui che conosce perfettamente ogni articolo di legge, anche meglio di noi, colui che ti risponde che tanto ha il contratto a tempo indeterminato e tu non puoi fargli nulla.

Si, proprio così, conosco tutte le tipologie dei dipendenti, te lo detto, proprio come te li ho provati tutti sulla mia pelle uno ad uno.

Se un dipendente si mette in malattia noi abbiamo un calo produttivo in azienda.

Questo noi lo possiamo sopperire con dei turnover con altre persone, ma anche quelle hanno creano dei costi in più, possiamo aspettare che torni il dipendente, ma la produzione è ferma (e non si può sicuramente), oppure possiamo metterci noi stessi a fare il lavoro di quella persona, però facendo così trascuriamo altre priorità molto più importanti magari.

Insomma in qualsiasi maniera facciamo, abbiamo delle spese inaspettate che ci metteranno in difficoltà.

E anche vero che le malattie ci sono come le influenza di stagione o dovute ad un calo fisico per stanchezza per cui non possiamo farci nulla.

Adesso voglio farti una domanda:

Conosci perfettamente tutte le altre malattie che si nascondono nella tua azienda?

schermata-2016-11-03-alle-13-13-18

Di cosa parlo, te lo spiego immediatamente.

Parlo di tuti quei giorni che sarai costretto a pagare se non corri immediatamente ai ripari.

Esiste infatti, un gravissimo pericolo NASCOSTO nel tuo ufficio.
 Un pericolo che porta i tuoi dipendenti ad ammalarsi sempre più spesso del normale.
 Un pericolo che li rende stanchi, deconcentrati, meno performanti e anche contagiosi – tra loro e con te.

Il pericolo è in Uffici proprio come il tuo, dove i Germi proliferano in maniera terrificante.

Non fraintendermi. Non sto dicendo che non fai in modo di tenere i tuoi uffici puliti, ci mancherebbe. Ma ad oggi probabilmente quello che stai facendo non basta, e io posso svelarti il perché.

Giusto per farti capire:

  •  Una scrivania da lavoro, ospita in media 100 volte più batteri di una tavoletta da bagno.
  •  Su quasi 4000 prelievi realizzati tra pc e telefoni, gli indicatori di contaminazione fecale hanno rilevato una presenza massiccia di batteri rispettivamente il 30% sui telefoni e 38% sulle tastiere.
  • Nei campioni di polvere prelevati da più di 1200 uffici, sono stati rilevati 2000 tipi diversi di funghi e muffe e 7000 tipi di batteri come stafilococchi e streptococchi del gruppo A, ma anche germi come Faecalibacterium (il nome dice tutto).

Sei curioso di sapere da dove vengono tutti questi Germi?

È presto detto! Per cominciare, dalla polvere. Che è ovunque, a cominciare dalla tastiera sulla quale passi intere giornate.

Dai residui di cibo.

Dì la verità, quante volte hai visto i tuoi dipendenti sgranocchiare qualcosa alla loro scrivania? Ecco appunto, ogni briciola porta batteri. Che si moltiplicano. ININTERROTTAMENTE!

Permettimi ora di rivolgerti una domanda.

La tua ditta delle pulizie, ti ha mai parlato di queste cose? Ha mai affrontato questi aspetti con te o con un tuo responsabile?

Scommetto di no.

Le aziende di pulizie non sanno nemmeno di cosa stiamo parlando. E di conseguenza non possono sanificare gli uffici in modo efficace, perché servono prodotti, competenze specifiche… e soprattutto tempo.

Se un addetto non ha i prodotti giusti (che sono molto costosi) e un metodo di lavoro efficace, non gli è possibile sanificare correttamente l’ambiente.

L’unica opzione che gli rimane è quella di svolgere il lavoro il più velocemente possibile e via, correre dal prossimo cliente.

Il senso estetico è appagato (l’ufficio “sembra” pulito), ma in realtà l’addetto non ha pulito zone a rischio come i bordi delle porte, il sopra dei mobili, mouse, tastiere e soprattutto le maniglie.

Eh sì, anche quella del bagno. Quella NON viene mai pulita. Ma è la più pericolosa.

Gli effetti di questa miriade di microbi sulla salute può essere grave. Se non devastante, perché si tratta spesso di batteri fecali che dal bagno si diffondono e proliferano su oggetti che vengono erroneamente considerati “puliti” dai tuoi dipendenti.

schermata-2016-11-03-alle-13-13-18

Ogni volta che un tuo dipendente scrive al pc e poi mangia qualcosa, o si mette una penna in bocca, viene contaminato (e la cosa vale anche per te).

Alcuni di questi batteri e muffe rischiano di veicolare malattie o di scatenare allergie, e trasformano il tuo ufficio in un luogo che facilita il contagio.

Se non ti occupi di sanificare il tuo ufficio ADESSO, quest’anno dovrai pagare CENTINAIA di ore di stipendio per far riposare i tuoi dipendenti sotto alle coperte.

Facciamo due semplici conti insieme.

  • Se la tua azienda ha 3 dipendenti, dovrai pagare 432 ore di stipendio a vuoto.
  • Se ne ha 5, le ore salgono a 720.
  • Se nel tuo ufficio lavorano 13 persone, le ore sono 1’872.

Adesso aggiungi la retribuzione media che paghi al tuo dipendente ed il gioco e fatto, vedrai quanti soldi butti annualmente, cosi GRATIS.

Se paghi una retribuzione di 25 Franchi l’ora, butterai via 46.800 Franchi l’anno.

Se paghi una retribuzione di 8,50 Euro l’ora, butterai via 15.900 Euro l’anno.

Per non parlare poi, di tutti quei giorni in cui i tuoi dipendenti sono presenti, ma malaticci, che rendono al 40% meno, rallentando così i tuoi processi produttivi e commettendo continuamente errori di distrazione come ti dicevo poco più su.

L’ufficio è la tana ideale per milioni di batteri che brulicano e si riproducono mentre violentano la salute dei tuoi dipendenti. Violentando allo stesso tempo anche le tue tasche di migliaia di Franchi o di Euro all’anno (nella precisione 46.800,00 Franchi se hai più di 5 dipendenti) o ( 15.900 se fossi nel mercato Italiano) e tutto questo solo di permessi per malattia.

Adesso se sei arrivato fin qui a leggere, vuol dire che vuoi cambiare la tua situazione, se vuoi un’ impresa di pulizie che possa aiutarti ad avere un ambiente SANO, privo di SCHIFEZZE, e che renda i TUOI DIPENDENTI sempre al MASSIMO, la ZeroBatteri è l’azienda di Pulizie che fa per TE ed i tuoi DIPENDENTI.

Se vuoi scoprire subito tu stesso da solo se nel tuo ufficio si annidano Germi e Batteri, che possano mettere a rischio la tua salute e quella dei tuoi collaboratori, c’è solo una cosa che devi fare:

un test con tampone antibatterico che ti dirà se il tuo ufficio o gli uffici dove lavorano i tuoi dipendenti sono infestati di schifezze che portano malattie.

Il tampone assomiglia a una penna che tu passi sulle tastiere di computer, sugli interruttori, sulle maniglie, e in pochi secondi ti dice se il tuo ufficio è veramente pulito o no.

TEST

Se diventa Viola, hai la certezza che stai respirando schifezze e presto un tuo dipendente si ammalerà.

TEST 2

Per richiedere il tampone non esitare. È GRATUITO “e non implica nessun impegno da parte tua”.

Mandami tranquillamente una mail a info@zerobatteri.com, oppure chiama il numero  0041 912 90 5555 dalla Svizzera, oppure il numero 0039 0172 1795 545 dall’ Italia,  dove ti risponderà un messaggio vocale registrato che ti spiegherà come richiedere il nostro tampone “GRATUITO”.

Si hai capito bene, “GRATUITO”, messaggio vocale registrato.

Dall’altra parte della cornetta non troverai nessun venditore che voglia venderti qualcosa oppure prendere un appuntamento, tranquillo.

Richiedi il tampone, noi te lo inviamo GRATUITAMENTE e lo puoi provare comodamente nel tuo ufficio.

Non perdere né tempo, né soldi, chiedi subito il tampone OMAGGIO, perché

ZeroBatteri, Uffici Sterili, Zero Allergie, Dipendenti Felici, vuol dire solo una cosa: meno malattie, meno assenze, più produttività.

Alla Prossima my friend.

Se ti è piaciuto quest’articolo lascia un tuo commento qui sotto e sentiti libero di condividerne i contenuti con chi preferisci. Tanto è tutto gratis.

Se invece vuoi sapere come lavoriamo Noi, contattami per una consulenza gratuita, a info[chiocciola]zerobatteri.com, ma prima di farlo leggi qui 

Lascia un Commento