Ecco il pericolo nascosto che non conosci, presente sopra le TUE mani!

Mancano meno di 10 giorni alla giornata mondiale dell’igiene nelle mani.

Il 5 maggio è la giornata indetta dall’OMS ( Organizzazione mondiale della sanità), sull’importanza dell’igiene delle nostre mani e su quanto sia importante lavarle bene per ridurre al minimo le possibili malattie.

Lo so per quanto ti potrà sembrare strano, per la nostra salute è importantissimo avere sempre delle mani pulite.

Se ci pensi in effetti quante volte tocchi qualche alimento che possa essere una brioches al bar, un biscotto, un crackers ecc.ecc., senza prima lavarti le mani?

O anche solamente una carezza sul viso di tuo figlio, dopo aver maneggiato delle banconote?

Una delle tante malattie più comuni che possiamo prendere da una scarsa igiene nelle mani è la dissenteria. Molte persone pensano che la dissenteria sia un disturbo minimo del nostro organismo. Purtroppo si può anche morire a causa della dissenteria.

Lo so che potrà anche sembrarti strana questa mia affermazione, ma ogni anno in Europa sono circa 207 milioni gli incidenti e 39mila i morti causati ogni anno da fenomeni diarroici che, nel 90% dei casi sono da addebitare all’uso di acque insalubri, servizi igienici inadeguati o alla poca igiene.

Adesso sicuramente starai pensando che sono esagerato, che voglio fare terrorismo psicologico, imbrogliare e spaventare le persone.

Questi dati come ti dicevo li ha resi pubblici proprio l’OMS. Lo so che queste cose le senti solamente in televisione sulle persone che abitano nel terzo mondo, ma negli ultimi anni a causa di tutti gli sbarchi avvenuti, questa epidemia si sta facendo sempre più presente anche su noi Europei.

Per quanto i batteri servano al nostro organismo per aumentare le nostre difese immunitarie, (e su questo non si discute), esistono anche molti tipi di batteri veramente pericolosi per la nostra salute e quella dei nostri figli.

La fascia dei bambini più a rischio e la fascia da 0 a 5 anni.

Adesso voglio mostrarti un’infografica su una piastra eseguita proprio sulle mani di un bambino da una Microbiologa, che ci mostra quanti tipi di batteri ci sono sulle mani di un bimbo, dopo aver giocato.

Se le mani di un bambino presentano queste schifezze, immagina quanti Batteri pericolosi possono esserci sulle tue mani che maneggi giornalmente soldi, attrezzi da lavoro. Insomma  molte più cose di un bambino che si limita solamente a giocare nel parco.

Tutti noi pensiamo che non ci possa mai accadere nulla, per cui queste informazioni sono poco utili o non ci possono interessare, ma se provi a pensare a quanti decessi l’anno abbiamo a causa di malattie dovute alla resistenza agli antibiotici, magari da oggi in poi farai più attenzione.

Sono anni ormai che lo dico, purtroppo abbiamo una scarsissima conoscenza sull’importanza dell’igiene sia in ambito lavorativo che personale.

Spero che non te la prenderai quando dico personale, le statistiche dimostrano che 3 persone su 5 non si lavano mai le mani dopo essere andate in bagno. Magari non è il tuo caso, ma molte persone quando escono dal bagno veramente non si lavano mai le mani.  Immagina quando stringi la mano ad una persona cosa ci possa essere sopra quella mano.

Fa schifo vero?

Lo so fa schifo, ma purtroppo questa è la cruda verità, e per confermare quanto detto, ecco un’altra infografica che mostra quanto siamo poco attenti alla nostra igiene.

Noi Italiani non abbiamo proprio l’abitudine di lavarci le mani, siamo solo al 57%. Fate voi.

Il primato spetta alla Bosnia ed Erzegovina con il 96%.Si aggiudica la medaglia d’oro di Paese più igienico d’Europa.

Medaglia d’argento alla Moldavia, con il 94% e di bronzo al Portogallo e alla Turchia, con l’85%.

Seguono, a pari-merito, con il 78%, tedeschi, olandesi e norvegesi. A sorpresa, anche gli inglesi sono tra i più puliti, con il 75% di estimatori dell’igiene, anche se non è lo stesso per tutti gli abitanti del Regno Unito.

I più zozzoni? Gli olandesi, con il 50% e ovviamente gli italiani, con il 57%.

Poco meglio gli spagnoli con il 61% e i francesi con il 62%.

Basta vedere quando una persona esce dai bagni dell’autogrill come ti dicevo, ed abbiamo detto tutto.

Ma il bagno, è solo uno dei tanti posti dove possiamo venire in contatto con tutti quei germi, un altro modo molto più facile è la manipolazione dei soldi.

Anche qui i ricercatori hanno studiato che sulle banconote esistono vere e proprie colonie viventi di Batteri, per non parlare poi sulla presenza sopra di essa dell’antrace.

schermata-2016-11-03-alle-13-13-18

Proprio pochi giorni fa, ho scritto un post sulla nostra pagian di Facebook, su quanto possano essere veramente sporchi i tuoi soldi.

Analizzando i microbi presenti sulle banconote, gli scienziati hanno trovato di tutto: dai batteri dell’ulcera, a quelli fecali e all’antrace.

LE BANCONOTE BRULICANTI DI VITA? ASSOLUTAMENTE SI!

Lo studio fa parte del progetto “Dirty Money”, che mira a ricostruire lo stato di salute dal DNA dei microbi sul denaro in circolazione.

In totale sono stati identificati oltre 3mila tipi di batteri, incluse alcune specie resistenti.

I ricercatori hanno anche individuato DNA di geni che conferiscono resistenza agli antibiotici, come quelli del temibile Staphylococcus aureus resistente alla meticillina. Non è mancato all’appello neppure l’antrace, un batterio comune nella terra, e sulle mani di chi la maneggia.

Che i batteri siano presenti, e anzi prosperino sulle banconote, non è affatto sorprendente. Come ha detto al Wall Street Journal Philippe Etienne, direttore di Innovia Security Ptu Ltd., che produce carta per banconote per molti paesi, “un portafoglio a temperatura corporea è in pratica una piastra di coltura per microbi”.

Trovi larticolo pubblicato su FOCUS qui.

Dobbiamo imparare che un corretto modo di lavarsi la mani come detto, ci aiuterà a diminuire drasticamente il contagio con quei batteri pericolosi sopra di esse.

Quando lavarsi le mani dovrebbe essere una necessità?

Alcuni momenti importanti per il lavaggio delle mani comprendono:

Prima e dopo

  • Manipolazione o preparare il cibo
  • I pasti
  • Prendersi cura di qualcuno che è malato
  • Mangiare o far mangiare un bambino
  • Curare una ferita un taglio
  • Dare delle medicine

Dopo

  • L’utilizzo del bagno
  • Mentre ti stai soffiando il naso
  • Se Tossisci o stai starnutendo
  • Quando cambi i pannolini
  • Quando utilizzi superfici comuni
  • Se stai toccando pulsanti di sollevamento, maniglie delle porte, maniglie o piani d’appoggio
  • Se tocchi i rifiuti o qualcosa di sporco
  • Giocando con gli animali domestici

E ricorda, i bambini tendono a guardare cosa fanno i genitori e gli adulti, li prendono ad esempio per seguire tutti i loro comportamenti. I genitori e gli adulti dovrebbero essere i primi dimostrando buone abitudini di igiene personale.

Se ti è piaciuto quest’articolo lascia un tuo commento qui sotto e sentiti libero di condividerne i contenuti con chi preferisci. Tanto è tutto gratis.

schermata-2016-11-03-alle-13-13-18

Se invece vuoi sapere come lavoriamo Noi come impresa di pulizie, contattami per una consulenza gratuita senza nessun impegno da parte tua, a info@zerobatteri.com, ma prima di farlo leggi qui 

Alla Prossima my friend.

 

 

 

Lascia un Commento